ANAI - Sezione Sardegna

Stampa

La Sezione Sardegna, nata contemporaneamente ai vari gruppi regionali alla fine degli anni Ottanta del Novecento, dopo circa trent'anni dall'istituzione del sodalizio a livello nazionale (1949), ha aderito con grande entusiasmo ai principi e agli obiettivi previsti dallo Statuto e col tempo è andata a costituire una vera e propria comunità archivistica sarda che si adopera per il miglioramento dello stato giuridico della professione e degli archivi.

 

La composizione dell'Anai è mutata sensibilmente: da una prevalenza di soci proveniente dalle amministrazioni archivistiche statali, si è passati ormai ad una presenza più numerosa di archivisti che operano presso archivi pubblici di enti locali e di giovani sostenitori che, pur avendo la preparazione culturale di base o anche specialistica nel settore (Diploma delle Scuole di Archivistica, Laurea vecchio ordinamento, o Triennale e Magistrale in Beni Culturali con indirizzo archivistico, Master…), non svolgono ancora un’attività lavorativa stabile. La sinergia fra queste due anime fa sì che l’Associazione condivida, approfondisca e discuta sui molteplici aspetti e problemi che la nostra professione incontra nel mondo del lavoro, intervenendo anche a precisare e definire linee di intervento.

 Complessivamente la Sezione Sardegna riunisce circa sessanta soci regolarmente iscritti oltre ad alcune Società che operano nel settore degli archivi sia a livello locale che nazionale; il numero è cresciuto in maniera notevole a partire dal 2005.

 

L’attività della Sezione, che si raccorda alla programmazione dell’Anai nazionale, si esplica attraverso l’organizzazione e la cura di iniziative (Giornate di studio, Convegni, Seminari e Corsi di formazione) anche in collaborazione con enti e istituzioni culturali locali. Della sua attività viene dato conto nelle riviste dell’Anai, il "Mondo degli Archivi" on-line e in saggi sulla rivista ufficiale.

 

 

 

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates. SEZIONE SARDEGNA